Ho visto ragazze dire di non piacersi ma che si scattavano tante foto al giorno.
Non per giudicare, ma voi non potete mai capire cosa si prova nell’aprire la fotocamera interna del telefono e richiuderla subito. Non potete mai capire l’insicurezza nel postare una foto riuscita bene, stranamente, da qualche parte.
Non immaginate cosa significa tornare da scuola, guardarsi allo specchio e provare vergogna per le ore precedenti. Non capirete mai cosa vuol dire perdere tempo vicino allo specchio ed uscirne a testa bassa.
Non proverete mai quella sensazione quando qualcuno fa un complimento e incredula, lo rifiuti. Quindi care ragazze, non dite di essere brutte solo perché volete sentirvi dire che non è vero, non ne avete bisogno e soprattutto lì fuori, ci sono persone che affrontano lotte contro se stesse ogni giorno, pur apparendo misteriosamente stabili.
― (via martinagelli9801)

Aaaah, quanta verità.

(via come-antidoto-alla-tristezza)

Non è vero. Il fatto di non piacersi non corrisponde necessariamente a non farsi e postare fotografie. Ci sono diversi modi di esprimerlo, diversi modi di interpretare e rapportarsi con il problema. Non generalizzate.